Prorogati al 20 luglio i versamenti di giugno per i contribuenti ISA e i forfetari

Con un Comunicato Stampa pubblicato ieri sera, il Ministero dell’Economia e finanze ha annunciato la proroga al prossimo 20 luglio 2020 delle imposte sui redditi e dell’Iva per i contribuenti ISA ed i contribuenti in regime forfetario. Più precisamente il Mef ha reso noto che, “per tener conto dell’impatto dell’emergenza Covid-19 sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, sull’operatività dei loro intermediari, è in corso di emanazione il D.P.C.M. che proroga il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario”.

Si dovrà pertanto attendere il testo del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri per meglio comprendere l’ambito di applicazione della proroga e la platea dei contribuenti interessati.

Il termine di versamento in scadenza il 30 giugno sarà prorogato al 20 luglio senza corresponsione di interessi. Per questi contribuenti, quindi, slitta anche l’eventuale rateazione, nonché, dovrebbe essere fissata al 20 agosto la possibilità di versare le imposte applicando la maggiorazione dello 0,4%.

Da imprese, professionisti ed associazioni di categoria era atteso un rinvio dei versamenti almeno fino al 30 settembre, rinvio che sembrava dovesse essere disposto con un emendamento alla legge di conversione del decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34) attualmente all’esame del Parlamento.

Rispondi