FAQ: detrazione per lavori condominiali, la dichiarazione dell’amministratore è ancora necessaria?

Domanda: “Il nostro amministratore ci ha informato che da quest’anno non invierà più la comunicazione delle detrazioni fiscali a ciascun condomino ma solo all’Agenzia delle entrate. E’ corretto? Il Caf da cui mi servo, per tutti gli importi da detrarre vuole anche le fotocopie allegate delle spese sostenute ( spese mediche, scontrini farmacia, detrazioni per interventi di ristrutturazione edilizia etc.) anche se queste spese risultano nella dichiarazione precompilata. L’anno scorso non mi ha accettato una detrazione per una assicurazione che risultava dal 730 precompilato ma di cui non avevo fotocopia! Se il principio sostenuto dall’amministratore è valido, allora perché il Caf mi chiede di fare decine di fotocopie? Oppure c’è qualche norma che permette questo solo agli amministratori di stabili? Sbaglia l’amministratore, o il Caf? Grazie per una gradita risposta!
Paolo M.”.

L’amministratore è tenuto a fornire la ricevuta dei pagamenti delle spese di ristrutturazione per consentire ai condomini di avere la detrazione.

Come stabilito infatti fin dal 1999 e come ribadito dall’Agenzia delle entrate nella circolare 7/2017, “Per gli interventi realizzati sulle parti comuni condominiali il contribuente deve conservare la documentazione rilasciata dall’amministratore del condominio, in cui lo stesso attesti di avere adempiuto a tutti gli obblighi previsti e indichi la somma di cui il contribuente può tenere conto ai fini della detrazione“.

Senza questa documentazione, come chiarito ancora nel testo, il Caf non può mettere il visto di conformità sul 730. La dichiarazione, dunque, è necessaria a prescindere dal fatto che l’amministratore sia tenuto anche ad inviare all’Agenzia delle entrate i dati per l’elaborazione della dichiarazione precompilata.

Se l’amministratore non rilascia la dichiarazione necessaria ai fini fiscali può essere sostituto per gravi irregolarità, secondo quanto previsto dal comma 11 dell’articolo 1129 del codice civile.

Share:

Author: Antonello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.