Avvio da marzo della Zona franca urbana Sardegna

È stata pubblicata dal Ministero dello Sviluppo economico la circolare 5 febbraio 2020, n. 30711, che – in attuazione del D.M. 7 marzo 2018 – stabilisce le modalità di presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni previste per la Zona Franca Sardegna, costituita dai Comuni colpiti dall’alluvione del 18 e 19 novembre 2013 (per i quali fu dichiarato lo stato di emergenza con deliberazione del Consiglio dei ministri del 19 novembre 2013).

In particolare:

  1. possono usufruire delle agevolazioni in commento le micro e piccole imprese che svolgono la propria attività all’interno della zona franca;
  2. sono ammesse le imprese che operano in tutti i settori di attività economica, ad eccezione del settore della pesca e dell’acquacoltura di cui al Regolamento Ue 11 dicembre 2013, n. 1379/2013, nonché del settore della produzione primaria dei prodotti agricoli di cui all’ allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea. A tal fine rileva il codice ATECO 2007 risultante dal certificato camerale alla data di presentazione dell’istanza;
  3. per le micro e piccole imprese che hanno subito danni nel territorio interessato dall’alluvione – censite dall’Ufficio del Commissario delegato – sono state messe a disposizione risorse per circa 4,9 milioni di euro;
  4. le istanze potranno essere inviate a partire dalle ore 12.00 del 17 marzo 2020 e fino alle ore 12.00 del 21 aprile 2020, utilizzando l’apposito modello messo a disposizione dal Ministero (dalla circolare in commento qui sotto allegato).

Al riguardo si ricorda inoltre che:

  1. detta Zona franca fu istituita dall’art. 13-bis del D.L. 19 giugno 2015, n. 78, convertito con modifiche dalla Legge 6 agosto 2015, n. 125;
  2. le agevolazioni previste potranno essere usufruite in compensazione;
  3. le agevolazioni in esame sono cumulabili con altri incentivi, ma nel limite degli importi massimi previsti dal regime de minimis;
  4. in merito a tale provvedimento il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) aveva espresso parere favorevole con la Delibera 22 dicembre 2017, n. 116/2017.
Circolare direttoriale 5 febbraio 2020 n. 30711 – Ministero dello Sviluppo Economico Modulo istanza

Author: Antonello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.